fbpx

La tua bilancia è una fanfarona!

Una sera, sfiaccata da allenamenti sfibranti e da quel quasi-digiuno che mi ero imposta, mi lasciai tentare da una Crostatina all’Albicocca, trovata, così per caso, nell’oscurità della dispensa.

Mi osservava e mi sorrideva. “Ti voglio bene!”, mi sussurrava.

La fissai.

Mangiami!” disse con una vocina sottile e dolce come quella di una bambina.

Dai assaggiami! Solo un morsichino! Sono buonissima!

L’afferrai soppesandola. Cercai qualche informazione in più, leggendo tra i suoi ingredienti. Non che ci capissi davvero qualcosa.

Senza olio di palma e senza additivi vari. Tanto mi bastava.

Le diedi un morso.

Allora?” chiese la Crostatina sorridendo. “Vero che sono squisita?

La mangiai tutta.

La mattina seguente, dopo mesi di immobile freddezza e gelidi saluti, la bilancia tornò a rivolgermi la parola.

Ciao.

Ciao.” le risposi con profondo rispetto, quello che l’allievo deve al maestro.

Come stai?

Dimmelo tu…” azzardai con timore e riverenza.

Beh… hai preso un chilo, cicciona!

Dal diario di Ughetta (quella della vicina di casa che-sa-tutto-lei. Ricordi? No? Allora rinfrescati la memoria qui >> Ecco un buon modo per NON dimagrire: allenarsi (troppo) <<)

Perché riportare le tristi memorie di Ughetta?

Perché voglio aprirti gli occhi sul rimbalzo del peso, quel fulmineo aumento di kg che spesso la bilancia comunica con impietoso distacco la mattina seguente a sgarri più o meno generosi.

Questo perché non voglio che tu ti faccia imbrogliare da dati fasulli, lesti a gettarti nel panico e spingerti verso il baratro del fallimento.

Posso dirti che su questo argomento ho ascoltato storie che non puoi immaginare.

Ho ascoltato persone raccontare di essere ingrassate di 4 kg, dopo una margherita, un bicchiere di acqua naturale ed un caffè amaro, tutto mangiato mentre stavano correndo intorno all’isolato di casa con uno zaino da alpino sulle spalle.

Scherzo!! …ma non siamo tanto distanti dalla minchiate che si narrano sull’argomento.

Davvero ne ho sentite di ogni.

Per meglio spiegare come stanno le cose vorrei ricordare insieme a te il 1° principio della termodinamica, anche detto, per estensione, legge di conservazione dell’energia.

Bene, senza andare troppo nel dettaglio, questo principio afferma che l’energia non si crea, né si distrugge, ma si trasforma, passando da una forma ad un’altra.

Perché dovrebbe interessarti?

Perché dimostra la ragione per la quale è impossibile mangiare una Crostatina ed ingrassare di 1 kg. Ed il discorso vale per mille-mila altri alimenti.

Per comprendere meglio partiamo dalla Crostatina all’Albicocca, di una stra-famosa marca di prodotti da forno italiana che pesa 40 gr e apporta 165 kcal e supponiamo di poter trasformare (non è possibile, ma facciamo finta di si!) tutte le calorie che apporta in adipe.

Quanto ingrasseremmo?

Se consideriamo che 1 kg di grasso corporeo possiede un potere calorico di 7000-8000 kcal (perché nella composizione del grasso corporeo si trovano anche liquidi e proteine) poco più di 40 gr.

E gli altri 900 gr e rotti?

Come vedi ti posso dimostrare che impossibile mangiare una Crostatina ed ingrassare di 1 kg perché, come recita il 1° principio della termodinamica l’energia si trasforma. Non si crea.

Non sto dicendo che se mangi in eccesso non aumenterai di peso, ma solo che ingrasserai in ragione di quanto mangi in più rispetto al tuo bilancio energetico e non 15-30-50 volte tanto.

Quindi l’idea di ingrassare kg e kg di botto anche abbandonandoti a parsimoniosi sgarri è surreale.

Certo, può accadere che molti alimenti, come la pizza, ti facciano aumentare di peso velocemente ben oltre il loro potere calorico, ma questo avviene principalmente per l’effetto che hanno sui meccanismi che regalano l’idratazione.

In qualunque caso non si parlerà di ingrassare, ma di aumentare di peso. E caspita, la differenza per te che devi dimagrire è abissale!

Hai appena scoperto che una singola trasgressione alla dieta non può farti ingrassare di botto. Almeno non come molti credono.

Ciò significa che ora puoi affrontare i tuoi sgarri con una diversa consapevolezza.

Inoltre hai appena avuto l’ennesima conferma che la bilancia è un pessimo strumento di valutazione dello stato di forma, che molto spesso fornisce informazioni distorte, difficili da interpretare.

Per farla breve: la tua bilancia è una fanfarona!

Concludendo posso affermare che conoscere la reale composizione corporea è fondamentale per misurare lo stato di forma, valutare i cambiamenti e programmare la propria strategia di fitness. E correggerla, nel tempo, se serve.

…e lasciami aggiungere: è uno strumento favoloso per smascherare fuffaroli che vendono improbabili soluzioni dimagranti frutto di cialtroneria o di imbrogli.

Di regola, l’uomo che ha più successo nella vita è colui che ha più informazioni (Benjamin Disraeli). Ecco perché ti invito ad iscriverti a mio Blog con un clic qui >> Si, desidero iscrivermi al Blog << 

Ti posso assicurare che potrai collezionare tantissime informazioni applicabili nel mondo reale in grado di trasformare il tuo stato di forma già nei prossimi 100 giorni!

Hold Hard!

Un ringraziamento a Margaret Moma, amica scrittice, che mi ha ispirato per l’incipit di questo articolo!

Questo articolo è frutto di numerosi anni di ricerche e sperimentazioni, non intende sostituirsi al parere medico o allo specialista di fiducia. L’autore consiglia, come elementare regola di prudenza, di effettuare tutta una serie di esami clinici, sul effettivo stato di salute generale ed in particolare quello cardiaco, prima di intraprendere qualsiasi programma di alimentazione, di allenamento o di integrazione. Chi sta assumendo farmaci, regolarmente prescritti, non modifichi il suo regime alimentare prima di aver consultato il medico che ha effettuato la prescrizione. Qualora il lettore volesse utilizzare le indicazioni dell’articolo dovrà consultarsi e lavorare sotto controllo di uno specialista.

Tutto il materiale pubblicato nel sito www.impossibiledimagrire.it, laddove non diversamente specificato, è da intendersi protetto da Copyright. E’ vietata la copia, anche parziale, senza autorizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *