fbpx

Ecco l’errore più grande che puoi commettere

Scommetto che hai tentato almeno un centinaio di volte di dimagrire in modo permanente e con ogni mezzo possibile.

Ma tutte le volte finisci per perdere qualche chilo per poi ritrovarti più fuori forma di prima.

Forse hai persino provato con diete fantasiose pensando di aver trovato il Santo Graal del dimagrimento, ma con l’unico effetto di ottenere una situazione peggiore.

Ti ci ritrovi?

È snervante. E’ opprimente. Si rischia di entrare in un circolo vizioso da cui non si esce più. E la cosa peggiore è che ci si convince che non ci sia soluzione.

So perfettamente come ti senti, perché sono più di 20 anni che mi occupo di strategie di dimagrimento.

Ho ascoltato centinaia di persone che parlavano della difficoltà a perdere peso e sai una cosa?

Tutte commettevano errori diversi, ma uno, in particolare, le metteva in comune: non misurare.

Ti sembrerà una cosa di poca importanza, ma la mancanza di dati su cui riflettere e trarre conclusioni è il più grande errore di tutti.

Questo perché la conoscenza oggettiva della composizione corporea è alla base della strategia di dimagrimento.

Detto proprio terra terra: NON si inizia un programma di dimagrimento e DOPO ci si misura, ma, al contrario, PRIMA ci si misura e DOPO si inizia un programma di dimagrimento. Scegliendo la strategia vincente sulla base delle informazioni.

Continui a pensare non sia importante? Allora segui nella lettura…

Immagina di trovarti ad affrontare un viaggio per mare. Quale sarebbe la tua prima azione dopo avere armato la barca e ultimato i preparativi?

Non lo sai? Non hai esperienza nella nautica?

Tracciare la rotta! E per tracciare la rotta serve (manco a dirlo!) sapere da dove si salpa e sapere dove si vuole approdare.

Ma se non si conoscono queste due fondamentali informazioni, come è possibile pensare di tracciare la rotta, monitorarla durante il viaggio, per arrivare a destinazione?

Riflettici un po’…

Salpare senza aver tracciato la rotta, per affidarsi al vecchietto sul molo che indica l’orizzonte e dice “Vai in quella direzione”, non ti sembra una imprudenza?

Non so se mai hai navigato in alto mare e come me hai provato quel senso di vuoto che arriva dritto allo stomaco quando ti guardi in giro e non vedi altro che acqua.

E’ smarrimento allo stato assoluto. Tutte le direzioni sono giuste. Tutte le direzioni sono sbagliate.

Non è forse così che ti senti quando pensi al tuo percorso di dimagrimento? Non ti trovi forse in quella situazione in cui tutte le direzioni ti sembrano quella giusta?

Se fino ad ora hai fallito, nonostante numerosi tentativi, immagino di si.

Tracciare la rotta era la soluzione per non sentirsi in questo modo, godersi il viaggio e, soprattutto, approdare, senza perdite di tempo, alla meta dei tuoi sogni.

Ma non sarebbe comunque bastato!

La rotta andava aggiustata di frequente. Questo perché era possibile aver commesso degli errori di calcolo o semplicemente perché durante la navigazione effetti, come quello dei venti (scarroccio) o quello delle correnti (deriva), avrebbero potuto far deviare dalla rotta tracciata.

Ecco, in fatto di dimagrimento, scegliere una strategia nutrizionale o di allenamento piuttosto che un’altra, senza informazioni oggettive sulla composizione corporea, sta tanto quanto salpare senza aver tracciato la rotta, affidandoti al vecchietto sul molo.

Devi già considerare un colpo di fortuna se eviti il naufragio.

Ora puoi (se ti trovi in mezzo al mare senza orientamento);

  1. continuare a tentare la navigazione in una direzione a caso, nella speranza di raggiungere terra (ti auguro di non naufragare!);
  2. chiamare la guardia costiera, farti localizzare, riprendere la navigazione (dopo aver tracciato la rotta) così da arrivare dove desideri, velocemente ed evitando i pericoli;

A te la scelta.

Permettimi solo un ultimo pensiero: se stai pensando alla bilancia di casa come strumento di misurazione, allora è come se stessi pensando di affrontare l’oceano pacifico con la bussola che hai trovato nel uovo di pasqua.

Non so se mi spiego…

Se ritieni di non essere capace di tracciare la rotta e monitorarla durante la navigazione, permettimi di dirti che è giusto che sia così, se non sei un marinaio con esperienza. Ecco perché se non lo sei, ti devi affidare ad un skipper che governi la barca.

Se dunque hai provato più e più volte a dimagrire, ma non hai ottenuto i risultati che avevi sperato, la soluzione che stai cercando non è nella nuova strategia di dimagrimento che il prossimo pseudo-guru ti proporrà, ma sta nell’iniziare a fare in modo serio un percorso di dimagrimento partendo dalla conoscenza oggettiva della composizione corporea.

E via…. “Verso l’infinito e oltre!” (Buzz Lightyear da Toys’ Story)

Hold Hard!

Questo articolo è frutto di numerosi anni di ricerche e sperimentazioni, non intende sostituirsi al parere medico o allo specialista di fiducia. L’autore consiglia, come elementare regola di prudenza, di effettuare tutta una serie di esami clinici, sul effettivo stato di salute generale ed in particolare quello cardiaco, prima di intraprendere qualsiasi programma di alimentazione, di allenamento o di integrazione. Chi sta assumendo farmaci, regolarmente prescritti, non modifichi il suo regime alimentare prima di aver consultato il medico che ha effettuato la prescrizione. Qualora il lettore volesse utilizzare le indicazioni dell’articolo dovrà consultarsi e lavorare sotto controllo di uno specialista.

Tutto il materiale pubblicato nel sito www.impossibiledimagrire.it, laddove non diversamente specificato, è da intendersi protetto da Copyright. E’ vietata la copia, anche parziale, senza autorizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *