fbpx

Che stregoneria il sale rosa Himalayano!

Sensazionale: ecco come veder sparire la cellulite come neve al sole dei caraibi!

Il sale rosa dell’Himalaya!

Ecco il segreto che le modelle più fighe nascondono a voi tutte, care donne.

Si, si, se lo tengono tutto per loro!

Ma oggi, oltre che svelarti questo segreto, mi voglio spingere oltre e ti rivelerò di più sul sale Himalayano.

Già, perché questo fatato composto non si limita a ridurre la ritenzione idrica e la cellulite, quando scelto in cucina in sostituzione di quello classico, promette di:

  • migliorare la salute del sistema digerente.
  • ridurre la comparsa dei segni dell’invecchiamento.
  • migliorare la circolazione sanguigna e di conseguenza la respirazione.

…e tantissimo altro.

Che non ti svelerò, per evitare che la corsa all’acquisto ti distolga dal leggere l’articolo per intero.

Tutto vero?

Ma col piffero! Solo una serie di fanfaluche basate sul nulla.

Partiamo dal perché è rosa.

Perché dentro c’è ruggine. In modo più tecnico contiene ossido di ferro.

In poche e semplici parole è sporco.

Infatti non sono necessari congegni avanzati e particolari competenze per pulirlo e ricavarne il classico sale da cucina. Quello che quasi noi tutti usiamo quotidianamente.

A questo punto non ci resta che domandarsi se la composizione chimica dello sporco può spiegarne le sbalorditive proprietà che gli vengono riconosciute.

Senza troppi giri di parole: no.

Curiosando la letteratura scientifica, in riferimento alle analisi chimiche condotte su vari campioni, scopriamo che presenta un assortimento di minerali senza interesse nutrizionale degno di merito, o quasi.

Di conseguenza non esiste un motivo per preferirlo a quello classico e tutte le suggestive proprietà che gli vengono ascritte sono opinioni.

Questo è quanto.

Prima di andare oltre permettimi di ricordare a tutti quelli pronti a ribattere che l’onere della prova rimane sempre e in ogni caso a carico di chi fa un’affermazione.

Quindi non sono io a dover dimostrare la falsità della stessa, ma chi la fa a dover dimostrare le sua veridicità.

Ciò detto arriviamo al vero motivo che oggi mi ha fatto prendere carta e penna – si fa per dire! – per cannonare il povero sale rosa dell’Himalaya.

In questi giorni di piena estate il feed del mio pc è imbottito da articoli acchiappa-clic che millantano le mirabolanti proprietà di questo o quell’altro principio nutrizionale capace di assicurare dimagrimento fulmineo senza farsi il culo.

Di fatto suonano tutti la stessa identica musica.

Ho riflettuto su questo chiedendomi come possibile il ripetersi, anno dopo anno, di questa stridente sinfonia.

Possibile che gli utenti ancora si lascino ingannare?

Evidentemente si, perché se ogni anno si ripete ‘sta nenia vuol dire che sotto-sotto la gente fa clic e poi compra. O quanto meno si interessa.

E mentre riflettevo, mi sono ricordato le parole di Giulio Cesare (100-44 a.C.): Gli uomini credono volentieri a ciò che desiderano sia vero.

Ecco come stanno le cose!

Le persone non sono sciocche – …beh alcune si! – e sanno come stanno le cose o lo immaginano, ma vogliono credere che esista un percorso più facile, più rapido e meno faticoso perché desiderano fortemente sia così.

E’ troppo forte il desiderio e spesso quest’ultimo prevale sulla ragione.

Perché dall’altra parte c’è una realtà che è difficile da accettare. E cioè che, se si è davvero fuori forma, servono almeno 3 anni per raggiungere un obiettivo ammirabile e appagante.

E’ chiaro che questo è un boccone difficile da deglutire.

Ora attenzione, perché senso di questo articolo è diverso da quello che ti aspetti.

Difatti, non desidero spingerti ad un atteggiamento critico nei confronti delle tante fesserie che vengono proposte qua e là – anche! -, ma farti riflettere su quanto tempo probabilmente hai buttato nel gabinetto nei vari tentativi di trovare una scorciatoia.

Tante persone hanno già inutilmente trascorso ben oltre 3 anni in tentativi infruttuosi e forse sei anche tu una di quelle.

Se le cose stanno così allora, non stizzirti nel leggere del tempo che occorre per raggiungere un sorprendente risultato, ma accetta la realtà e cioè che dovrai farti il culo, che sarà un lungo viaggio, non privo di trabocchetti e che, credibilmente, dovrai farti accompagnare da qualcuno.

A te la scelta:

  • pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai.
  • pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie e vedrai quant’è profonda la tana del bianconiglio. Ti sto offrendo solo la verità, ricordalo.

(tratto da “The Matrix“)

Hold Hard!

Ps: ora il gran finale: il sale rosa Himalayano non arriva dell’Himalaya, ma dal Pakistan. …detto tutto!!!

Questo articolo è frutto di numerosi anni di ricerche e sperimentazioni, non intende sostituirsi al parere medico o allo specialista di fiducia. L’autore consiglia, come elementare regola di prudenza, di effettuare tutta una serie di esami clinici, sul effettivo stato di salute generale ed in particolare quello cardiaco, prima di intraprendere qualsiasi programma di alimentazione, di allenamento o di integrazione. Chi sta assumendo farmaci, regolarmente prescritti, non modifichi il suo regime alimentare prima di aver consultato il medico che ha effettuato la prescrizione. Qualora il lettore volesse utilizzare le indicazioni dell’articolo dovrà consultarsi e lavorare sotto controllo di uno specialista.

Tutto il materiale pubblicato nel sito www.impossibiledimagrire.it, laddove non diversamente specificato, è da intendersi protetto da Copyright. E’ vietata la copia, anche parziale, senza autorizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.