fbpx

Dimagrire velocemente. Si può?

Chi è Garrik Olivander?

Nel magico mondo di Harry Potter, la serie cult di libri fantasy scritta da J.K. Rowling e ambientata in un immaginario mondo magico, è il negoziante di riferimento per le bacchette magiche.

Sono certo che farebbe soldi a palate anche nel mondo reale, vendendo le sue bacchette a tutti quelli che cercano il facile e veloce.

In modo particolare ne venderebbe a pacchi a tutti quelli che vogliono dimagrire.

Dico questo perché è incredibile il numero di persone che sono convinte che dimagrire possa essere qualcosa di facile e veloce.

Peccato che non sia così.

Mi trovo spesso a ragionare insieme alle persone che seguo e amo far riferimento ai dati forniti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità secondo cui sono oltre 2 miliardi le persone in sovrappeso nel mondo.

Chiedo loro, da persone intelligenti quali sono, se credono possibile che sul nostro pianeta ci siano oltre 2 miliardi di pirla, che rimangono grassi nonostante dimagrire sia facile e veloce.

Difficilmente c’è chi crede questo. Immagino neppure tu.

Dopo questa premessa veniamo al succo del discorso: “Quanto grasso si può perdere in un mese?

Dipende.

Dipende dalla % di Massa Grassa del soggetto. Quindi da quanto grasso ha realmente da perdere una persona (e per saperlo è necessario effettuare una analisi corporea!).

Dipende dai dati antropometrici del soggetto. Caspita, un conto è far “perdere” 5 kg ad un uomo di un metro e 90 per 115 kg e un conto farne perdere altrettanti ad uno di un metro e 70 per 74 kg!

Dipende…

Mi fermo, tanto hai capito che la risposta dipende da chi stiamo parlando.

Resta che se stai leggendo questo articolo vuoi una risposta alla domanda. Poche storie.

Per rispondere, mi rifaccio ad una ricerca promossa dalla National Heart, Lung e Blood Institute (Bethesda, MD), condotta dal 2003 al 2007.

Tempo fa, l’ho letta e mi ha aperto la mente.

Questa ricerca ha studiato un grande numero di soggetti obesi durante e dopo il loro programma di dimagrimento, con il fine di valutare l’effetto a lungo termine della dieta.

Una ricerca complessa e lunga.

Tra i tanti dati emersi uno, in particolar modo, ti deve interessare: nei primi 6 mesi di studio i soggetti (che pesavano in media 98 kg) avevano perso in media 1,4 kg di grasso al mese.

Fai le tue considerazioni.

Ma soprattutto rifletti sul fatto che i protocolli di dimagrimento furono studiati da: Johns Hopkins University (Baltimore, MD), Pennington Biomedical Research Center (Baton Rouge, LA), Kaiser Permanente Center for Health Research (Portland, OR) e dalla Duke University Medical Center (Durham, NC).

Questo per chiarire che i programmi di dimagrimento furono progettati da eccellenze mondiali in fatto di dimagrimento e che difficilmente la-tua-collega-so-tutto ne sa più di loro in fatto di perdita di peso.

A quale conclusione possiamo arrivare insieme?

Che non ci può aspettare di perdere grasso in modo facile e veloce, tanto è vero che la Johns Hopkins University (et al.) non riesce a fare di meglio di quanto sopra, perché se fosse possibile saprebbe come farlo e lo farebbe volentieri.

Se stai pensando che la tua amica togliendo i carboidrati e con la curcuma ha perso 10 kg in 2 mesi, devi sapere che è molto credibile che abbia perso un botto di muscoli anziché adipe, compromettendo in modo drammatico il metabolismo e gettando le basi per recuperare il peso con gli interessi (se ti chiedi come mai leggi qui >> Maledetta Bilancia! <<).

Detto tutto questo, se non vuoi fare parte di quelli che si troveranno più fuori forma di quando hanno iniziato il loro programma di dimagrimento, il primo passo verso il successo è quello di iniziare a stabilire non solo una precisa rotta, ma anche una velocità di crociera.

Per aiutarti a farlo, desidero svelarti la formula che uso io per stimare il tempo necessario a dimagrire e per controllare i progressi durante il percorso. Spero tanto possa essere di aiuto.

Perdita media mensile = 0,5*(altezza in metri2 )

Esempio: un uomo di un metro e 85 cm si potrebbe ragionevolmente aspettare di perdere 1,7 kg di grasso al mese. Quindi circa 400 gr a settimana.

A dirti tutta le verità quella che uso io è un po’ più complicata e tiene in considerazione diversi parametri di partenza, ma questa fa bene il suo lavoro, dandoti un idea del percorso che ti aspetta.

Alt!

In questo momento so come ti senti: da una parte ti stai dicendo che mi sto sbagliando e che esistono modi per dimagrire in modo facile e veloce. Dall’altra, da persona intelligente quale sei, ti stai dicendo che quanto scrivo purtroppo trova conferme da più parti e anche la tua esperienza lo conferma.

Infatti quasi tutti quelli che conosci che hanno perso velocemente kg, li hanno velocemente rimessi (e spesso con gli interessi). O comunque a distanza di tempo sono tornati come erano prima.

Immagino che accettare questo sia seccante. Sopratutto se hai molti kg di cui sbarazzarti. Lo capisco.

Permettimi però di dirti che ti trovi davanti ad un bivio:

  • scelta n.1: vai dall’Olivander di turno a comprare una bacchetta magica e quando non funzionerà ne andrai a comprare un’altra pensando che se non funziona si tratta di un problema di bacchetta;
  • scelta n.2 ti rassegni alla dura realtà che nel nostro mondo le bacchette non funzionano ed inizi un percorso serio di dimagrimento che con un po’ di furbizia e tenacia ti porterà al successo;

La strada giusta è sempre quella del non affidarsi al fai-da-te, perché come ci dimostra la scienza, dimagrire non è assolutamente facile e veloce.

Hold Hard!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Firma-Alberto-Patrucchi.png

Ps: ora le buone notizie: “Non hai così tanto grasso da perdere come pensi!”. Dico questo perché, per la mia esperienza le persone sovrastimano i kg che devono perdere. Ecco perché il primo passo è quello di monitorare la propria composizione corporea in modo professionale e stabilire fin da subito la rotta che ti porterà al successo.

Questo articolo è frutto di numerosi anni di ricerche e sperimentazioni, non intende sostituirsi al parere medico o allo specialista di fiducia. L’autore consiglia, come elementare regola di prudenza, di effettuare tutta una serie di esami clinici, sul effettivo stato di salute generale ed in particolare quello cardiaco, prima di intraprendere qualsiasi programma di alimentazione, di allenamento o di integrazione. Chi sta assumendo farmaci, regolarmente prescritti, non modifichi il suo regime alimentare prima di aver consultato il medico che ha effettuato la prescrizione. Qualora il lettore volesse utilizzare le indicazioni dell’articolo dovrà consultarsi e lavorare sotto controllo di uno specialista.

Tutto il materiale pubblicato nel sito www.impossibiledimagrire.it, laddove non diversamente specificato, è da intendersi protetto da Copyright. E’ vietata la copia, anche parziale, senza autorizzazione.

4 thoughts on “Dimagrire velocemente. Si può?

Rispondi a Stefano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *